Juve Stabia, i 10 anni di Franco Manniello: il presidente più vincente della storia

L’INIZIO DELLA FAVOLA MANNIELLO. “C’era una volta un grande uomo, un uomo ricco di valori e passione verso la propria terra e la propria squadra”. Se dovessimo immaginare una favola da raccontare ai nipotini su Francesco Manniello con ogni probabilità inizierebbe proprio in questo modo. Questa bellissima storia tra Manniello e Juve Stabia ha inizio nel lontano 2008 quando divenne vicepresidente dei gialloblu per poi diventarne presidente insieme a Francesco Giglio.
LA PRIMA PROMOZIONE IN SERIE B. Il primo anno di presidenza Manniello non è stato esattamente positivo: la Juve Stabia, 17esima nel girone B della Lega Pro prima divisione, retrocede in Seconda Divisione. Dopo la retrocessione i tifosi temono in un nuovo fallimento societario. Ma Franco Manniello, prima di essere il presidente della squadra, è il primo tifoso gialloblu e in sole due stagione compie un vero e proprio miracolo sportivo: prima la promozione in Prima Divisione, poi l’anno successivo, nel 2010-2011, addirittura la promozione in Serie B dopo aver vinto i Playoff contro l’Atletico Roma. La Juve Stabia in quell’anno riesce a portarsi a casa anche la Coppa Italia di Lega Pro, realizzando un double storico.
I GRANDI CALCIATORI IN MAGLIA GIALLOBLU. Nelle tre successive stagioni in B a Castellammare di Stabia sbarcano giocatori del calibro di Simone Verdi, Leonardo Pavoletti, Simone Zaza, Marco Sau, Cristiano Biraghi, tutti calciatori che avrebbero poi avuto carriere importanti nella massima serie del calcio italiano. E anche in questo caso c’è stato lo zampino di Manniello, il quale a tutti costi ha voluto che questi calciatori vestissero la casacca gialloblu per far divertire i propri tifosi. In effetti, al primo anno in cadetteria la Juve Stabia sfiora i Playoff piazzandosi al 9 posto in classifica, un risultato incredibile per una neopromossa. Al secondo anno consecutivo di serie B le cose non vanno esattamente come il primo, ma la salvezza era arrivata comunque. Il terzo anno, purtroppo, è stato disastroso: ultimo posto in classifica con conseguente retrocessione in serie C. Ma Manniello anche in questo caso non demorde e dichiara in più occasioni di riportare in B la Juve Stabia per poter diventare il presidente più vincente della storia gialloblu.
DALL’INFERNO AL PARADISO. Dal 2014 al 2018 la squadra ha provato in diverse occasioni a risalire in cadetteria, ma la sfortuna e gli orrori arbitrali non permettono alle Vespe di spiccare nuovamente il volo. La stagione 2018-2019, quella appena conclusa, però sarà quella che verrà ricordata per sempre: dal possibile fallimento di luglio 2018 fino al primo posto in classifica del girone C dalla prima fino all’ultima giornata. Una cavalcata storica, incredibile e indimenticabile ma fortemente voluta soprattutto da Manniello. Franco è riuscito nella sua missione di riportare la squadra in Serie B e dopo la promozione, come il più grande degli eroi, ha deposto le armi e la sua armatura. Da quest’oggi ripartirà una nuova era, un’era in cui non ci sarà più il grande presidente Manniello, un’era dove sicuramente sarà difficile ripetere ciò che ha compiuto Franco. Terminiamo questo racconto con una semplice parolina, ma ricca di significato: GRAZIE! CLICCA QUI E METTI MI PIACE ALLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK