Scoperta “hot” dei vigili urbani di Nocera Inferiore: eseguono uno sfratto e trovano una prostituta

Scoperta piccantissima quella fatta dai vigili urbani di Nocera Inferiore, agli ordini del comandante Giuseppe Contaldi: vanno per eseguire uno sfratto e trovano una donna cinese che si prostituiva.
I caschi bianchi erano stati chiamati per l’operazione dall’ufficiale giudiziario, che più volte aveva tentato di acquisire un immobile in via Atzori, ma senza mai riuscirci, perchè all’interno c’erano diverse persone. Giunti sul posto, i vigili hanno fatto irruzione con l’aiuto dei vigili del fuoco, che hanno forzato una finestra che faceva da ingresso. La circostanza si è resa necessaria perchè dopo aver bussato più volte alla porta, non avevano ottenuto alcuna risposta. All’interno di un caseggiato molto vecchio, i vigili hanno trovato una donna di origini cinesi sul letto, priva di documenti. Nelle stanze della casa, c’erano oggetti e utensili riconducibili ad un’attività di prostituzione, come sex toys, preservativi e dei farmaci. Ma anche materiale e abbigliamento riconducibile ad altre ragazze, che molto probabilmente si prostituivano allo stesso modo, ma non si trovavano in casa in quel momento. La straniera è stata condotta al commissariato di polizia per l’identificazione, ma gli agenti non avevano alcun dato su di lei. In ragione di ciò, è stata accompagnata all’ufficio immigrazione. Il locale fungeva da casa per appuntamenti, con i clienti che venivano adescati attraverso piattaforme social e annunci su siti specializzati.