Si fingeva una bambina per abusare di tre minori: in manette un 48enne

Lombardia. Un uomo di 48 anni, residente in provincia di Lodi, ha abusato per tre anni di tre bambine fra gli 11 e i 13 anni ma ora si trova in carcere. L’imputato è stato scovato grazie ad una maestra che l’ha denunciato dopo aver ottenuto le confidenze di una delle tre bambine. Il suo metodo di approccio era tanto particolare quanto pericoloso, infatti si fingeva una bambina su Whatsapp e parlava con le tre vittime quotidianamente, finchè le ha invitate a casa sua per “giocare”. Le ragazzine, credendo che quel numero fosse di una loro coetanea, hanno accettato e si sono ritrovate in un vero e proprio inferno. Infatti il 48enne ha costretto per anni le ragazzine ad atti sessuali, anche fra loro, mentre lui realizzava filmati per ricattarle. E’ stato prelevato in casa sua e portato in carcere, dove è accusato di abusi su minori. Gli sono stati diagnosticati molti problemi psicologici, per cui sarà sottoposto anche ad un’intensa attività di terapia psichiatrica.