9 luglio 2006, la verità sulla testata di Zidane: ecco cosa si dissero i due

Sulla finale di Berlino 2006 tra Italia e Francia ci sarebbero tante cosa da raccontare. Nella mente di tutti è rimasto però un gesto in particolare: la testata di Zidane a Materazzi.

Ma cosa è accaduto realmente tra i due calciatori?

A raccontare la vicenda nei minimi dettagli è stato lo stesso Materazzi qualche anno dopo aver alzato la coppa del mondo.

Mi diede fastidio il modo in cui Zidane mi scrutò mentre mi parlava. Dalla testa ai piedi. Gli avevo appena chiesto scusa per averlo strattonato. Uno ‘scusa’ che riassumeva un lungo discorso del tipo: “Capiscimi, ma non posso farti saltare, sei fortissimo, prima hai quasi fatto gol. Così ti tengo un po’. Se l’arbitro vede e mi dà rigore contro fa parte del gioco”. Ma quando mi guardò in quel modo, dicendomi “la maglia la scambio a fine partita”, io da terrone orgoglioso mi sono detto: “Oh, sono anche io a Berlino a fare la finale di Coppa del Mondo. Ho segnato anche io un gol come te. Perchè mi devi trattare come se tu fossi in cielo e io sotto terra?”. E allora alla terza volta che me lo ha ripetuto, guardandomi dall’alto in basso, gli ho risposto: “Preferisco la pu***** di tua sorella…