Carola Rackete è libera, Salvini: “Pronto un provvedimento per rispedirla nel suo Paese”

Carola Rackete è tornata libera. Il gip di Agrigento, Alessandra Vella, non ha convalidato l’arresto della donna che ha permesso alla Sea Watch di attraccare al porto di Lampedusa, con 41 migranti a bordo. Secondo la gip, la convalida dell’arresto non sarebbe valida poichè il reato di resistenza a pubblico ufficiale sarebbe stato giustificato da una adempimento del dovere. Carola Rackete, secondo  la magistratura Italiana, ha ufficialmente salvato delle vite umane in mare. La donna da questa sera in stato di totale libertà.

Ha immediatamente espresso il proprio disappunto il vicepremier Matteo Salvini che, tramite un video registrato pochi minuti fa, ha dichiarato: “Per la magistratura italiana ignorare le leggi e speronare una nave della Guardia di Finanza non sono motivi sufficienti per andare in galera? Bene. Per la comandante criminale è pronto un provvedimento per rispedirla nel suo Paese perchè pericolosa per la sicurezza nazionale“.