Napoli. Furbetti del cartellino all’ospedale ‘Cardarelli’: 62 avvisi di garanzia

La procura di Napoli ha notificato 62 avvisi di garanzia nei confronti dei dipendenti dell’ospedale Cardarelli. I soggetti, dopo aver timbrato il cartellino, abbandonavano l’ospedale, rendendosi così irreperibili. Ad incastrare i furbi dipendenti, sono state le telecamere, le quali hanno anche constatato che alcuni colleghi timbravano per altri. Nel video è anche emersa la figura di un 13 enne, figlio di una dipendente che timbrava per la madre. I fatti sarebbero accaduti tra il 2014 e il 2017.  Tra gli indagati figurano anche due medici e un sindacalista. Per loro si ipotizza il reato di violazione della legge ‘Brunetta’.