Avellino, la Procura indaga sul disastro ambientale: le analisi ambientali rassicurano la popolazione

La Procura di Avellino ha aperto un fascicolo in merito all’incendio che ha interessato un’azienda che produce contenitori in plastica per batterie auto. Secondo la Procura si tratterebbe di disastro ambientale. Lo ha reso noto il pm Cecilia Annecchini, la quale ha realizzato la gravità della situazione facendo il sopralluogo dell’azienda stessa con conseguente sequestro. L’Arpac ha intanto diramato una nota, confermando che non è stato registrato alcun superamento dei valori limite normativi per inquinanti tra i quali” ossidi di azoto, monossido di carbonio, ozono”. Conferma che giunge anche dalle stazioni fisse di monitoraggio site nel territorio irpino, i quali non hanno registrato superamenti dei valori limite per concentrazione di polveri sottili.

 

CLICCA QUI E METTI MI PIACE ALLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK

Exit mobile version