Reggina. Da Cozza a Corazza, da Mozart a De Rose, 17 anni dopo…sei la capolista

Reggina 2019-2020 -In basso la Reggina 2001-2002

La vittoria con il Picerno regala il primato in classifica agli amaranto

Un risveglio dal sapore dolcissimo per i tifosi amaranto che, 17 anni dopo, riaprono gli occhi trovandosi al vertice della classifica. Era il 10 febbraio del 2002 quando la Reggina conquistava il primato in Serie B, vincendo tra le mura del ‘Granillo‘ contro il Cittadella. Una rete di Dionigi proiettava gli amaranto a quota 47 punti dopo 23 giornate di campionato. Quell’anno la Reggina arrivò terza in campionato, alle spalle di Como e Modena che, insieme all’Empoli, completarono il quartetto promozione. Era la Reggina di Belardi, Morabito, Vargas, Fraceschini, Giosa, Savoldi, Cozza, Mozart, Dionigi, Oshadogan. Era la Reggina che aveva assaporato i due anni in massima serie, prima di retrocedere e conquistare nuovamente l’olimpo del calcio. Era la Reggina di Asics e Mauro Caffè. Era la Reggina vincente. Oggi, 24 ottobre, le prime pagine dei maggiori quotidiani nazionali omaggiano gli amaranto. Il 24 ottobre 2019, diciassette anni dopo, a Reggio Calabria si riscrive una data che potrebbe entrare di diritto a far parte della nuova e moderna storia Reggina.