Casertana, Origlia: “Mi trovo bene a Caserta, i compagni mi aiutano tanto. Ginestra ha fiducia nei giovani, spero di averlo messo in difficoltà”

Foto: Scialla

Nello scorso turno di campionato se la Casertana è riuscita a portare a casa i tre punti nella sfida contro l’Avellino, grande merito va a Gioele Origlia, il classe ’99 romano autore dell’assist al bacio per D’Angelo in occasione del secondo gol, mentre in occasione della prima marcatura ha centrato il palo che ha successivamente permesso a Starita di mettere a segno il settimo sigillo in stagione. Oggi, nella sala stampa Mario Iannotta, il giovane cresciuto nel vivaio del Frosinone ha parlato per la prima volta davanti ai microfoni: “Il mister mi prova sia mezzala che da seconda punta e io mi trovo bene in entrambe le posizioni. Sono contento di aver contribuito alla vittoria contro l’Avellino. Nel gruppo c’è molta fiducia, i compagni mi hanno messo in condizione di fare bene. Siamo pronti per Catania, prepariamo ogni partita al meglio settimana dopo settimana. È stato un bell’inizio tra i professionisti dopo l’infortunio e l’operazione. Ripeto, il merito è anche dei miei compagni che mi hanno fatto inserire al meglio. Giocare con Floro Flores è una bella emozione, in ritiro siamo stati nella stessa stanza e quando mi è stato comunicato ho pensato “cavolo! Floro Flores”; lui è un grande professionista che dà consigli a tutti”.
“Si può sempre fare meglio – prosegue – con l’esperienza si migliora partita dopo partita, io cerco di farmi trovare pronto ogni volta che sarò tirato in causa. Ho saputo di essere tra i titolari prima del riscaldamento. Potevo avere difficoltà su questo campo con le mie caratteristiche, però non è stato così. Vivere lontano da casa non è un problema: ho vissuto per due anni in convitto quando ero nel settore giovanile del Frosinone. Non ho la PlayStation a casa, ma dopo l’allenamento fa piacere andare a casa di amici e giocare insieme o fare una passeggiata con loro. Tra i giovani arrivati quest’anno credo siamo tutti bravi, ognuno con le proprie caratteristiche e se continuiamo così possiamo trovarci belle soddisfazioni. Affrontiamo ogni partita con l’obiettivo di vincere. In casa, con la spinta del tifo, magari è più semplice. Andiamo a Catania per la vittoria. Domenica si sono intraviste le mie doti, è mancato il gol e ci sono andato vicino ma questo passa in secondo piano quando la squadra vince. L’infortunio iniziale mi ha condizionato tanto anche moralmente ma tutti mi sono stati vicino: dal direttore al dottore passando per i fisioterapisti. A Caserta sto benissimo. A Catania ci sono calciatori importanti che da piccolo vedevo in TV, ma non ho timore, andrò lì sereno e mi farò trovare pronto se sarò tirato in causa. Il mister dà tanta fiducia ai giovani e questo ci aiuta tantissimo, noi ripaghiamo dando il meglio. Spero di averlo messo in difficoltà per le scelte di formazione ma sono consapevole che tornerà gente come Castaldo che ha fatto tanto professionismo. Cercherò comunque di prendermi i miei spazi. Ginestra in settimana prova tutti nel corso degli allenamenti tenendo tutti sul pezzo.” CLICCA QUI E METTI MI PIACE ALLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK