Cosenza, Mario Occhiuto rinviato a giudizio con l’accusa di bancarotta fraudolenta

Il sindaco di Cosenza, Mario Occhiuto, è stato rinviato a giudizio per bancarotta fraudolenta. Occhiuto, è stato accusato nell’ambito dell’inchiesta sul fallimento della società ‘Ofin’, di cui è stato amministratore fino a otto anni fa. La bancarotta ammonta a 3 milioni di euro. La prima data del processo è stata fissata il 2 aprile 2020. Occhiuto, già sindaco della città bruzia, è stato inoltre proposto da Forza Italia come candidato alla presidenza della Regione Calabria.