Napoli, teneva segregati 43 operai per aggirare i controlli: arrestato

Teneva segregati 43 operai in nero, tutti italiani, in una stanza posta alle spalle di una porta blindata. Un imprenditore di Melito di Napoli è stato arrestato con l’accusa di sfruttamento del lavoro, sequestro di persona e intermediazione illecita. Gli agenti hanno appurato che il 43enne teneva ricnchiusi per oltre 6 ore i propri dipendenti in una stanza buia e priva di servizi igienici. I militari hanno sequestrato il laboratorio adibito alla lavorazione di pellami per note firme. Tra gli operai segregati, anche una donna incinta e due minorenni. L’arresto ai domiciliari è stato chiesto dalla Procura di Napoli Nord e convalidato dal gip.