Vergogna al ‘Bentegodi’, cori razzisti contro Balotelli: il calciatore ferma il gioco e minaccia di lasciare il terreno

Scene di vergognoso razzismo nel corso di Verona- Brescia, una scena che si ripete a poche ore dalla decisione presa da Rocchi durante Roma- Napoli. Questa volta ad essere preso di mira è Mario Balotelli, calciatore del Brescia. Al 58′ lo stesso attaccante ha scaraventato il pallone fuori dallo stadio per i continui fischi e cori contro il colore della sua pelle. Balotelli ha provato ad abbandonare il terreno di gioco, ma i calciatori del Verona ed i compagni lo hanno trattenuto con abbracci e segnali di affetto. L’arbitro ha invitato lo speaker dello stadio alla lettura del consueto avviso. La partita attualmente è in corso.

Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità