CalcioSerie C

Casertana, Ginestra: “Contro il Picerno per riscattare una brutta prestazione, domani dobbiamo vincere anche per Floro Flores”

“È stata una settimana intensa, ricca di avvenimenti che non ci devono distrarre dal nostro obiettivo”. Sono le prime parole di Ciro Ginestra alla vigilia della sfida tra la sua Casertana e il Picerno. Meglio non poteva sintetizzare l’importanza del match di domani. C’è una sconfitta contro il Rieti da riscattare, proprio nella settimana in cui Antonio Floro Flores ha deciso di dire basta col calcio giocato. “La partita di domani è fondamentale per noi dopo la brutta figura di Rieti. Dobbiamo fare assolutamente meglio rispetto ad una prestazione, a livello di atteggiamento e di agonismo, di bassissimo livello. Mi sono preso le responsabilità perché sono l’allenatore di questa squadra. Ma voglio anche ricordare che lo scorso anno di prestazioni come questa ce ne sono state tantissime, non una ogni venti partite come è capitato ora. E’ il primo momento di difficoltà per questa squadra e dobbiamo uscirne fortificati. Vince sempre chi sa perdere e crescere. La squadra ha assimilato la botta pesante di Rieti. Ha visto la vicinanza della società. Il presidente ed il direttore sono stati al fianco della squadra in questi giorni. Purtroppo tutte le formazioni sono chiamate ad affrontare un momento difficile e noi dobbiamo reagire e limitare gli errori”.
Sul Picerno: ” E’ un banco di prova importante. Ci troviamo di fronte una squadra che nelle ultime tre partite ha fatto sette punti. Sta bene fisicamente e mentalmente. Sotto quest’ultimo aspetto non stiamo certo meglio noi che abbiamo raccolto tre punti nelle ultime quattro partite, nonostante ne meritassimo almeno sette. A differenza di domenica che abbiamo meritato di perdere. Ricordo bene la partita dell’andata. Nel primo tempo facemmo benissimo meritando di vincere, nella ripresa prendemmo gol nelle battute finali. Il Picerno ha sempre giocato bene. E’ da tenere assolutamente in considerazione, anche per alcune individualità. Ma dobbiamo pensare che è una partita di 90’ in casa e dobbiamo cercare di vincerla per metterli a sette punti. Abbiamo bisogno di tutti per lasciarci alle spalle questo momento. Abbiamo bisogno della nostra gente che so che ci aiuterà. Cercheremo di non farla arrabbiare più come domenica scorsa”.
Ginestra si è anche espresso sugli ultimi due arrivi, Corado e Tascone, giunti ieri alle pendici della Reggia, nell’ultimo giorno di campagna trasferimenti: ” “Corado è arrivato perché Floro Flores non c’è più. Numericamente dovevamo averne un’altra punta. E abbiamo scelto l’argentino perché avevamo bisogno di un calciatore con le sue caratteristiche. Questo è un campionato, soprattutto in questa fase, in cui devi avere gente che sappia tenere palla, farti salire, prendere fallo. Gente che ha fame, cattiveria ed esperienza come Corado. In più ha fatto molto bene qui e i tifosi lo vedono bene. Questo può essere un’arma in più. Stamattina l’ho conosciuto. E’ un ragazzo serio, si è messo in condizione di lavorare subito e domani vedremo se avrà spazio. Tascone ha già fatto tanta C, nonostante sia giovane. Non si fanno dieci presenze e due gol a Catanzaro per caso. Ha qualità, tempo, piede e personalità. Ha sicuramente una prospettiva importante. Sta bene e ci dà una soluzione in più”.
Chiosa finale su Floro Flores: “Antonio è un ragazzo che non c’entra niente con questo mondo. E’ serio, pulito, vero. Ha vissuto un periodo difficile già dallo scorso anno. Secondo me l’errore sta nell’aver deciso di andare via dalle categorie che gli competono. Ha capito che non poteva dare più di quanto fatto vedere e ha fatto un gesto da signore. Non è da tutti lasciare contratto e soldi. Tanto di cappello all’uomo e al calciatore. Domani dobbiamo vincere anche per lui. Ha lasciato un gruppo che prova grande affetto per lui”. CLICCA QUI E METTI MI PIACE ALLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK

Antonio Citarelli

Tags
Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker