Reggina, gli amaranto trasformano la rabbia in cattiveria agonistica: Paganese asfaltata

Calma e sangue freddo. Due pregi che nella gara andata in scena nella giornata di ieri tra Reggina e Paganese, hanno premiato la compagine allenata da Mimmo Toscano. Ciò che è accaduto al Granillo rimane ancora un grande punto interrogativo, con un gol annullato agli amaranto senza un apparente motivo ed un’espulsione ai danni della Paganese molto dubbia. Se il tocco di mano in area di rigore del difensore azzurrostellato sfugge all’arbitro Marini, il gol annullato a Rivas è il massimo esempio di indecisione da parte della terna arbitrale. Il tocco del calciatore amaranto, arrivato su deviazione di Diop, rievoca nella mente dei tifosi amaranto la medesima situazione avvenuta contro il Bari, con la differenza che l’attaccante amaranto rimane in posizione regolare anche senza tocco dell’avversario. La bandierina alzata dal guardalinee con 30 secondi di ritardo e il dialogo molto confuso con l’arbitro, conferma l’evidente indecisione. La rosa amaranto non perde la testa nonostante l’evidente rabbia, quando il tecnico Mimmo Toscano invita la propria squadra a far rientro negli spogliatoi sul finale della prima frazione di gioco. Nel secondo tempo, i calciatori amaranto trasformano la rabbia in cattiveria agonistica, realizzando la rete del vantaggio su calcio di rigore guadagnato dal subentrato German Denis. L’argentino spiazza l’ex della gara, Paolo Baiocco, e corre ad abbracciare il figlio. La gara è tutta in salita per la Paganese, quando l’arbitro decide di estrarre il secondo cartellino giallo per Perri subito dopo uno scontro fortuito con Guarna. Per gli amaranto è tutto più facile e con la rete di Rubin e la doppietta di Denis la partita si conclude tra gli applausi.

Una vittoria guadagnata con maturità ed esperienza da parte della Reggina, scesa in campo con l’obiettivo dei tre punti, fondamentali per la corsa alla Serie B. Il pareggio del Bari in casa della Cavese regala agli amaranto punti importanti, in attesa di due partita fondamentali in pochissimi giorni. Mercoledì gli amaranto faranno visita al Catanzaro in un derby che già prospetta grandi scintille, mentre nella giornata di domenica al Granillo arriverà il Monopoli, sconfitto in casa dalla Sicula Leonzio.

Foto: Valentina Giannettoni