Presto torneremo a toccarci, abbracciarci e ad amarci

Tristezza, paura, sconforto, vuoto, mancanze. Queste sono più o meno le sensazioni di tutta l’Italia, da nord a sud. Città deserte, locali chiusi, cittadini segregati in casa. Il Coronavirus, oltre la morte di tante persone italiane, ha letteralmente spezzato i rapporti sociali. La quarantena è iniziata da soli due giorni e dovrà continuare per almeno altri 15. Dunque la convivenza con questa nuova “amica” è appena iniziata e dovremo forzatamente abituarci ad essa e accoglierla nelle nostre case.
Restare chiusi in casa senza poter incontrare altra gente, in particolare quelle che amiamo, è sicuramente avvilente. La videochiamata sui social l’unico mezzo per rompere le distanze e avvicinare i corpi. Sembra un film, un brutto film. Ma è la realtà.
Un quadro quasi tragico. Ma la costrizione di restare a casa e non poter abbracciare, baciare o toccare le persone a cui vogliamo più bene, potrebbe portare dei benefici in futuro nei rapporti umani. Un bacio, un abbraccio, uno sguardo, una semplice chiacchierata di fronte a un caffè, quando tutto questo sarà finito varranno molto di più. Tutto ciò che prima di questo maledetto virus davamo per scontato, una volta finito l’incubo le apprezzeremo tantissimo. E allora ci rivolgiamo direttamente a questo maledetto virus:
“Coronavirus, non sei nulla rispetto ai valori umani che ci appartengono. Perché se adesso ci stai facendo penare, “domani” noi ne usciremo più forti, mentre tu sarai solo un brutto ricordo. Perché sarà così, puoi scommetterci. L’essere umano avrà sicuramente tutti i difetti di questo mondo, ma di fronte alle sofferenze, di fronte al male, sa sempre rialzarsi e ripartire. Questo lo dice la storia, la nostra storia.
Guerre, devastazioni, fenomeni naturali hanno sempre messo alla prova l’umanità. E non sarà certo un virus dal nome stupido a sconfiggerci. Questo è poco ma sicuro. Goditi ancora un po’ il tuo momento, perché una volta che passerà non sarai nemmeno un lontano ricordo. Qualche altro giorno di sacrificio e poi vinceremo noi. E quando succederà brinderemo alla vita. Brinderemo a noi, a chi ha sconfitto il virus ma soprattutto brinderemo per chi non ce l’ha fatta. Andremo avanti per voi e lo faremo con ancora più forza. Coronavirus, non vali nulla”.