Fermare il contagio, ad Angri si fa la spesa in base alla lettera del cognome. L’idea geniale del sindaco

Angri. “Abbiamo deciso di dare una stretta ancora più forte per diminuire la mobilità.” Queste le parole di Cosimo Ferraioli, sindaco di Angri, sulla propria pagina ufficiale su Facebook.
“So benissimo che il sacrificio che tutti stiamo sostenendo è enorme, purtroppo l’isolamento sociale, resta l’unica cura per evitare il contagio da coronavirus”. Continua il primo cittadino. L’accesso per gli acquisti presso gli esercizi commerciali aperti (con esclusione di farmacie e parafarmacie), dovrà avvenire rispettando la seguente Turnazione Alfabetica, secondo le iniziali del cognome della lettera dell’alfabeto del capo famiglia o dell’intestatario della scheda dello stato di famiglia:
dalla A alla B il LUNEDÌ
dalla C alla D il MARTEDÌ
dalla E alla K il MERCOLEDÌ
dalla L alla O il GIOVEDÌ
dalla P alla R il VENERDÌ
dalla S alla Z il SABATO

“La CONSEGNA A DOMICILIO per ulteriori acquisiti, oltre quelli avvenuti nell’unico acquisto settimanale, è sempre garantita. Non è consentito utilizzare più di una lettera presente all’interno dello stesso nucleo familiare. STIAMO METTENDO IN CAMPO TUTTE LE FORZE PER FRONTEGGIARE QUESTA INCREDIBILE EMERGENZA – RESTATE A CASA DATECI UNA MANO”. Conclude Ferraioli. Anche la protezione civile di Angri ha rilasciato una nota circa l’emergenza: “È emerso un altro focolaio nella zona dell’Agro nocerino nei territori dei Comuni di Pagani, S. Egidio Montalbino, Angri. Si invitano tutti i cittadini ad essere rigorosi nell’osservazione delle ordinanze per evitare la quarantena e il blocco totale degli stessi Comuni”. CLICCA QUI E METTI MI PIACE ALLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK