vino-uva
vino-uva

Resveratrolo: dal vino un alleato contro il Coronavirus. LO STUDIO

E’ di circa 15 giorni fa la pubblicazione sul Chinese Journal of Cardiovascular Disease, uno studio sull’insufficienza cardiaca indotta da coronavirus su base bioinformatica. Le infezioni da coronavirus spesso causano malattie intestinali o respiratorie, ma studi scientifici hanno evidenziato che, nella sindrome respiratoria acuta grave (SARS) e nella nuova polmonite da coronavirus (COVID-19), il danno al miocardico è stato osservato in tutti i pazienti e chi tra loro soffriva di insufficienza cardiaca era in pericolo di vita. Basandosi su questa correlazione il team di esperti ha creato un algoritmo, attraverso il quale è riuscito ad individuare farmaci che possono essere efficaci per l’insufficienza cardiaca indotta da coronavirus. Tra questi ritroviamo: farmaci antivirali, farmaci vasoattivi, immunomodulatori ed inibitori del TNF-a (fattore di necrosi tumorale) , resveratrolo, ritonavir, peonia bianca e vitamine. Il resveratrolo è un composto naturale presente nei semi d’uva e nella buccia e nel vino rosso. Uno studio pubblicato su BMC infection disease del 2007 ha dimostrato che il resveratrolo ha inibito in modo significativo l’infezione da MERS-CoV (parente del Covid-19) ed ha allungato la sopravvivenza cellulare dopo l’infezione da virus. Nello stesso studio gli scienziati hanno anche scoperto che l’espressione della proteina essenziale per la replicazione di MERS-CoV diminuiva in seguito a trattamento con resveratrolo. Dall’Ospedale Monaldi arriva invece la notizia che il Taurisolo, una miscela di polifenoli a base di resveratrolo nota come Fluxovax, ha un forte potere antiossidante e antinfiammatorio, che potrebbe essere utile nella cura dell’infezione da Covid. Arriva quindi dalla natura in particolare dall’uva da vino, un primo aiuto per combattere i coronavirus e l’infiammazione derivante dal loro contagio. Mariarosaria Greco CLICCA QUI E METTI MI PIACE ALLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK
1. http://rs.yiigle.com/yufabiao/1186723.htm
2. https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/28193191

Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità