Insulti e minacce contro Silvia Romano, la Procura di Milano apre un’inchiesta

Minacce e insulti social nei confronti di Silvia Romano, la volontaria rapina nel 2018 e rientrata in Italia nella giornata di domenica. Il responsabile dell’antiterrorismo milanese, Alberto Nobili, ha avviato un’indagine per minacce aggravate. Si starebbe valutando anche l’assegnazione di una scorta alla 25enne. Ad alimentare l’ulteriore polemica, il commento di un consigliere comunale di Asolo (Treviso), il quale ha scritto: “Impiccatela” e rimuovendo il post subito dopo. Il sindaco della cittadina sta adesso valutando le richieste di dimissioni del consigliere arrivate da piu’ parti. Il profilo della ragazza è stato attualmente oscurato. Vicino l’abitazione della ragazza è stato rinvenuto un volantino con allegati annunci di morte nei confronti della giovane. La via dove ha residenza la donna è costantemente sotto controllo da parte di polizia e carabinieri.

Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità