Napoli, 57enne si toglie la vita oppresso dalla crisi economica

La conseguenza della crisi economica che in queste settimane sta colpendo gli imprenditori dello Stivale causa la pagina della cronaca nera nel Napoletano, dove un uomo di 57 anni si è tolto la vita impiccandosi nel capannone della sua azienda. A lanciare l’allarme è stata la famiglia che nella tarda serata di ieri non ha visto rientrare l’uomo a casa. Nella giornata di oggi le Forze dell’Ordine hanno rinvenuto il cadavere. Sembrerebbe che l’imprenditore abbia lasciato una lettera d’addio.

Il premier Giuseppe Conte, nel corso dell’incontro con Rete Imprese Italiane ha raccontato la notizia appresa, esprimendo le condoglianze alla famiglia.