Falcomatà su EasyJet: “Fondamentale conoscere prima di giudicare”

Lo sdegno social della nei confronti di EasyJet per la diffamatoria campagna nei confronti della regione ha smosso le acque anche nei piani alti della politica locale e regionale. Il commento di , sindaco di Reggio Calabria.

Easy jet promuove la Calabria raccontandola come terra di mafia e terremoti, elementi che ne farebbero una regione priva di turisti e per questo da visitare e da godere per la sua “dolce vita”.

Un po’ come dire: “Se ami il brivido non puoi non andare a Londra, luogo ospitale che nella notte regala l’adrenalina di Whitechapel, quartiere celebre per le scorribande di Jack Lo Squartatore”. Oppure: “Gli appassionati della natura devono vivere l’emozione del Giappone, dove il Pianeta ci ricorda che un sisma o uno tsunami sono esperienze che vanno vissute almeno una volta – e anche ultima – nella vita”.
Insomma, ci sarebbe da ridere se quello di Easy Jat non fosse l’ennesimo, brutale, scivolone di stampo razzista nei confronti del nostro territorio.

Un territorio che è forte di una storia millenaria e della grande accoglienza della nostra gente che soffre, più di chiunque altro al mondo, problemi che poco o nulla scalfiscono la curiosità di tantissimi turisti che, ogni anno, scelgono la Calabria senza farsi condizionare da beceri pregiudizi. Quindi, venite a visitare la bellezza dei nostri mari, la serenità delle nostre colline e la purezza delle nostre montagne. La Calabria è la culla della civiltà, ricca di un patrimonio artistico, storico, naturale, culturale ed enogastronomico unico in tutta Europa. Nasconderlo è un’ipocrisia.

Noi siamo tutto questo. Noi non ci sogneremmo mai di dire che Easy Jet è inaffidabile soltanto perché non è inserita nella classifica delle dieci compagnie aeree più sicure al mondo (airlineratings.com)…

È fondamentale conoscere prima di giudicare. Ciò che conta, infatti, è sempre il contenuto del libro, mai la copertina.

Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità

Come disattivare il blocco della pubblicita?