Coronavirus, l’Italia teme “contagi di ritorno” divieto ingresso da 13 paesi a rischio

Arriva l’ordinanza del Ministro della Salute Roberto Speranza

Il ministro della Salute Roberto Speranza ha firmato oggi, sentiti i ministri degli Esteri, dell’Interno e dei Trasporti, un’ordinanza che dispone il divieto di ingresso e di transito in Italia alle persone che nei quattordici giorni antecedenti hanno soggiornato o sono transitati nei seguenti Paesi: Armenia, Bahrein, Bangladesh, Brasile, Bosnia Erzegovina, Cile, Kuwait, Macedonia del Nord, Moldova, Oman, Panama, Peru’, Repubblica Dominicana. Al fine di garantire un adeguato livello di protezione sanitaria, informa il ministero, sono sospesi anche i voli diretti e indiretti da e per i Paesi sopra indicati. “Nel mondo la pandemia è nella sua fase più acuta. Non possiamo vanificare i sacrifici fatti dagli italiani in questi mesi. E’ per questo che abbiamo scelto la linea della massima prudenza”, ha detto il Ministro dopo la firma dell’ordinanza.

Il blocco è stato accolto positivamente anche dal presidente dell’Istituto Superiore di Sanità, Silvio Brusaferro, che ha parlato di misure “importanti al fine di mantenere i risultati raggiunti in questi mesi ed evitare che casi importati possano generare focolai difficili da controllare. Dobbiamo ricordarci che in molti paesi del mondo la circolazione del virus e ancora elevata”.