Messina, i resti rinvenuti a Caronia compatibili con l’età di Gioele

I resti rinvenuti nella giornata di oggi a Caronia, nel Messinese, combaciano con il corpo di un bambino dell’età di Gioele. A dare la conferma il procuratore di Patti, Angelo Cavallo, alla fine del sopralluogo. Le prime ipotesi, in attesa degli accertamenti e della prova del DNA, confermano la possibilità che il piccolo sia stato mutilato dagli animali selvatici.

Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità