Morto Boseman, l’attore americano di Black Panther

E’ morto a 42 anni per un cancro al colon Chadwick Boseman, attore statunitense protagonista nel 2018 di ‘Black Panther’ della Marvel Comics.

L’attore americano Chadwick Boseman, protagonista del successo planetario dei Marvel Studios “Black Panther”, è morto all’età di 43 anni, dopo una battaglia di quattro anni contro un cancro al colon. Lo ha annunciato il suo agente all’AFP venerdì 29 agosto. “È stato un onore nella sua carriera dare vita a Re T’Challa in Black Panther””, ha detto la famiglia in una dichiarazione pubblicata sui profili social di Boseman.
“È morto a casa, circondato da sua moglie e dalla sua famiglia”, ha aggiunto il testo. Gli era stato diagnosticato un cancro al colon nel 2016, ma Boseman non aveva mai parlato pubblicamente delle sue condizioni di salute e aveva continuato a girare sui set dei principali film di Hollywood mentre era sottoposto a “innumerevoli operazioni e cicli di chemioterapia”, ha aggiunto la sua famiglia. “Era un vero combattente. Chadwick ha tenuto duro in tutto questo”, hanno aggiunto i familiari nella dichiarazione.
Boseman è diventato il primo supereroe nero a ottenere un suo film indipendente nel franchise da record Marvel. ‘Black Panther’, ambientato nell’immaginario regno africano di Wakanda, è stato adorato dalla critica e dal pubblico diventando la prima pellicola tratta da un fumetto ad essere nominata per il miglior film agli Oscar e incassando oltre 1 miliardo di dollari in tutto il mondo.
All’inizio della sua carriera Boseman ha interpretato le icone nere Jackie Robinson in ’42’ e James Brown in ‘Get on up’. Recentemente è apparso in “Da 5 bloods” di Spike Lee e nel sequel di ‘Black Panther’ previsto per il 2022.

Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità