Coppa Italia, la Reggina batte il Teramo di misura e stacca il pass per il prossimo turno contro il Bologna

E' bastato il tocco del difensore Piacentini a regalare la vittoria agli amaranto

La vince per 1-0 e supera il secondo turno di contro il . Al Granillo gli amaranto scendono in campo con una formazione diversa rispetto a quella vista a Salerno, spazio in avanti a Lafferty e Mastour, difesa affidata a Stavropoulos. Spazio anche a Folorunsho, Del Prato, Di Chiara e Peli. La partita inizia con ritmi alti da parte del Teramo che cerca di sfruttare alcune indecisioni a centrocampo degli avversari per tirare l’affondo in zona offensiva. I padroni di casa trovano la prima azione offensiva al 10′ con il duo Mastour-Lafferty che beffa più volte la difesa avversaria. È la Reggina a trovare la rete del vantaggio su un’azione confusa in area di rigore difesa da Valentini, il pallone dopo la giocata firmata Lafferty-Di Chiara e il decisivo tocco del difensore Piacentini, entra in rete. La prima frazione di gioco si conclude con il vantaggio amaranto. Nella ripresa è il Teramo a tentare diversi affondi nel reparto arretrato calabrese, ma la difesa capeggiata da Stavropoulos si rivela un muro. Al quarto d’ora della seconda frazione, Toscano manda in campo il neo acquisto Cionek, il veterano Bellomo e l’ex Crotone Crisetig per Liotti, Bianchi e Faty. Spazio anche a Rolando che prende il posto di Di Chiara. Sono i padroni di casa a spingere ed a sfiorare il doppio vantaggio con Cionek, prima su colpo di testa e poi con su un tiro smorzato sulle mani di Valentini. Sul finale Toscano prova il duo offensivo Lafferty-Denis, il quale prende il posto di un propositivo Mastour, protagonista di una partita legata al sacrificio. I ritmi si abbassano nei minuti finali, con il risultato finale fissato sull’1-0. Turno superato dalla Reggina che nel prossimo turno affronterà il Bologna. Una Reggina propositiva quella vista al Granillo, con diverse giocate interessanti proposte dai nuovi innesti schierati fin dai primi minuti. Buona prestazione nel complesso da parte della rosa amaranto, ridisegnata dal tecnico Toscano. Importante prova di resistenza da parte di Lafferty, rimasto in campo per tutti i novanta minuti e protagonista nell’azione del gol insieme a Di Chiara. Ottima prestazione offerta anche da Peli, visto in campo per la prima volta in stagione e Faty, il quale ha confermato l’ottima prestazione già offerta a Salerno.


Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità