Decide di farla finita a 13 anni e si lancia dal tetto dell’albergo di famiglia

La tragedia a Bellaria Igea Marina in Emilia Romagna

E’ morto lanciandosi dall’albergo di famiglia a 13 anni questa mattina. Un ragazzo solare, con tanti amici e senza apparenti problemi. Era anche il capitano della squadra giovanile a Bellaria Igea Marina, amava la scuola e studiare. Questa mattina, però, a scuola non è mai andato. Uscito di casa è salito all’ultimo piano dell’hotel di famiglia e si è lanciato giù. A lanciare l’allarme il personale dell’albergo, inutili i soccorsi se non per costatare il decesso del ragazzino. Sul caso è stata aperta un’indagine da parte dei carabinieri che hanno già ascoltato i genitori. La madre sotto choc la madre ha raccontato che il figlio non aveva mai dato segni di disagio psicologico, né avrebbe mai riferito particolari difficoltà a scuola o con gli amici.

Chiarite le dinamiche dei fatti, ora le indagini si concentreranno sulle cause del gesto, se mai potranno essere chiarite. Telefonino e cellulare del 13enne sono stati prelevati, strumenti utili per capire come abbia vissuto i suoi ultimi giorni il ragazzo. L’Amministrazione comunale di Bellaria Igea Marina ha disposto la proclamazione del lutto cittadino per oggi con esposizione a mezz’asta delle bandiere e per il giorno delle esequie, che saranno celebrate quando la magistratura libererà la salma sotto sequestro per le formalità di rito.


Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità