Omicidio De Santis, confessa l’assassino: “Li ho uccisi perchè erano felici”

Svolta nelle indagini del duplice omicidio avvenuto a Lecce che ha visto la morte dell’arbitro Daniele De Santis e della fidanzata Eleonora Manta. Nella serata di ieri ha confessato Antonio De Marco, 21enne di Casarano. Il ragazzo ha confessato di aver ucciso con piu’ di 60 coltellate i due ragazzi, fornendo una giustificazione agghiacciante: “Ho fatto una cavolata, ho sbagliato. Li ho uccisi perrchè erano troppo felici e per questo mi è montata la rabbia”. Secondo le prime informazioni rilasciate dagli inquirenti, De Marco rispecchierebbe il modello di killer sadico, in quanto nelll’uccisione dei due giovani avrebbe provato compiacimento. Scioccante la ricostruzione della scena dell’omicidio, nonostante le ripetute invocazioni a fermarsi, il ragazzo proseguiva l’inseguimento nell’appartamento, immobilizzando e torturando i ragazzi fino ad ucciderli. Il piano di De Marco avrebbe ideato la “pulizia” della scena con acqua bollente, candeggina e soda, aggiungendo una scritta al muro con un messaggio.

CLICCA QUI PER SEGUIRE TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE


Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità