Si tuffa in mare per salvare due giovani, disperso militare della Guardia Costiera. In corso le ricerche

L’episodio è avvenuto a in provincia di

Momenti di apprensione a Milazzo in provincia di Messina dove nella tarda mattinata di oggi, nonostante il forte vento e il mare in tempesta, due ragazzi hanno deciso di fare un bagno nello specchio di mare antistante la spiaggia di Ponente sfidando le onde alte alcuni metri. Ad un certo punto si sono trovati in difficolta’ a causa del mare in burrasca che impediva di raggiungere la riva. Sul posto sono intervenuti gli uomini della ed i vigili del fuoco. Nel frattempo uno dei due giovani era riuscito da solo a mettersi in salvo mentre l’altro e’ rimasto per circa un’ora in balia delle onde. Si è salvato aggrappandosi ad una boa in attesa dei soccorsi. Approfittando di un momento di calma del vento ha poi raggiunto la riva, aiutato da alcuni soccorritori che lo hanno porto portato a riva, dove ad attenderlo c’era un’ambulanza. Nel corso delle operazioni di soccorso un sottufficiale della Guardia Costiera si è buttato in mare ma non è riuscito a raggiungere la motovedetta da cui si era tuffato e ora è disperso. Il militare ha salvato il ragazzo che nonostante il mare in tempesta si era tuffato assieme ad un altro adolescente per un bagno. Il fatto è accaduto nella tarda mattinata di oggi e le ricerche del sottufficiale sono ancora in corso. Un aereo della Guardia costiera sta sorvolando la lunga litoranea di ponente ed una motovedetta d’altura ha lasciato gli ormeggi a Lipari. Un rimorchiatore aveva mollato gli ormeggi dal porto di Milazzo, però, si è dovuto arrendere a Capo Milazzo, per il forte vento e le onde che hanno raggiunto 10 metri di altezza. Il comandante generale della guardia costiera ha lasciato Roma e si è diretto a Milazzo.


Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità