Dipendenti “infedeli” incassavano soldi dai Gratta e Vinci vincenti: sequestri per 27milioni

Dodici dipendenti della società concessionaria dei giochi sono state indagate per truffa aggravata, accesso abusivo ai sistemi informatici , ricettazione e auto riciclaggio di capitali illeciti. Tra il 2015 e il 2019, i soggetti indagati, sono riusciti ad intercettare ed incassare quattro biglietti Gratta e Vinci dal valore di 27 milioni di euro. Due biglietti sono stati ricollegati al primo premio del Super Cash per 7 milioni di euro, con vincita stimata di 1 ogni 15.840.000 tagliandi. Due sono stati collegati al Maxi Miliardario dal valore di 5 milioni di euro l’uno. International Game Technology, tramite una nota, ha reso noto: “Igt, pienamente consapevole della gravità di tale condotta, ha collaborato dal principio con le Autorità competenti, al fine di supportare le indagini sulla presunta condotta illecita e tutelare l’integrità delle attività della società e gli interessi dei propri clienti. La Società ha provveduto a sospendere dal servizio in via cautelativa i quattro dipendenti appena venuta a conoscenza dell’indagine. considerevoli risorse per valutare attentamente i fatti, anche attraverso il supporto di consulenti esterni che affiancano la Società nella propria indagine interna su quanto accaduto”.

Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità