Dato per morto causa Covid ma è vivo: nella bara c’è un altra persona

Dato per morto a causa del Coronavirus ma è vivo. Nella bara c’è un altro corpo. L’episodio è avvenuto nell’ospedale di Sora, in provincia di Frosinone. I militari dell’arma dei carabinieri, su indicazione del personale sanitario, sono stati chiamati per comunicare alla famiglia il decesso di un loro familiare ricoverato nella struttura sanitaria. I parenti dunque hanno avvertito l’impresa di onoranze funebri per organizzare le esequie ma si scopre che l’uomo è vivo anche se ricoverato. Anzi stava facendo colazione a letto, in reparto. Ai tempi del Covid-19 accade anche questo. La vicenda – a quanto si sa – ha visto come protagonisti i componenti di una famiglia svegliati nel cuore della notte dai carabinieri ai quali era stato chiesto di contattare la famiglia dell’uomo, da giorni ricoverato all’ospedale “Santissima Trinità”, e comunicarne l’avvenuto decesso. I familiari danno subito dato incarico alla ditta delle onoranze funebri di provvedere ai manifesti di annuncio luttuoso in tutta Sora. L’agenzia si procura la foto del deceduto, ricomposto e già nella bara, e qui si scopre che non è il loro amato congiunto bensì un’altra persona. Durante tutto ciò il dato per morto stava facendo colazione in reparto.

Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità

Come disattivare il blocco della pubblicita?