Morto medico dell’ospedale Covid: era anche lui positivo

Ricoverato da 20 giorni non è più uscito vivo dalla rianimazione

, Napoli. E’ morto questa sera all’età di 56 anni Antonio Casillo, medico in servizio presso il Hospital di Boscotrecase. Era ricoverato da circa 20 giorni ma da poco era stato trasferito al reparto di rianimazione. Le sue condizioni si sono aggravate tanto da rendere necessaria anche l’intubazione. Il medico era in servizio presso il reparto di Pneumologia dell’ospedale Covid dove era arrivato lo scorso marzo per mettere a disposizione di colleghi e malati l’esperienza maturata in 30 anni di professione. E qui si è scoperto positivo al Covid ed è stato ricoverato per problematiche respiratorie. Il suo è stato uno dei casi di contagio di operatori del “Sant’Anna e Santissima Maria della Neve” risultati positivi.

Secondo i dati forniti dall’Asl , sono più di una quarantina i dipendenti risultati positivi al tampone del Covid-19. La situazione, per il medico, si è aggravata negli ultimi giorni, quando è stato disposto il trasferimento in Rianimazione, reparto dal quale non è più uscito vivo. Nel Covid Center di Boscotrecase quella odierna è stata una giornata drammatica, in quanto sono stati registrati altri cinque decessi. Tanti i messaggi di cordoglio affidati ai social per ricordare un valido professionista. Sono circa 200 le vittime tra il personale medico in prima linea contro il virus rimettendoci la vita.

Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità

Come disattivare il blocco della pubblicita?