Calabria, fedeli bevono dallo stesso calice del prete risultato positivo al Covid-19: chiusa la cattedrale

Una cattedrale è stata chiusa al pubblico in Calabria dopo che il prete è risultato positivo al Covid-19.

È accaduto a Lungro, nel cosentino, dove è stato lo stesso Comune a emanare l’ordinanza:

È stata provvisoriamente chiusa al culto e sarà sottoposta a sanificazione la Cattedrale San Nicola di Mira di Lungro, sede dell’Eparchia bizantina d’Italia che riunisce i fedeli greco-ortodossi di rito bizantino dell’Italia Meridionale. A firmare il provvedimento è stato il sindaco Giuseppino Santoianni dopo avere ricevuto dall’Azienda sanitaria provinciale di Cosenza una comunicazione relativa alla positività al Covid 19 di uno dei due sacerdoti che avevano celebrato il rito davanti ad alcuni fedeli. Disposti anche gli accertamenti per i fedeli presenti al rito religioso.

Al momento dell’eucarestia molti fedeli avrebbero inoltre bevuto nello stesso calice del soggetto risultato positivo.