La Reggina ritrova Denis e ritorna a sorridere: al Granillo finisce 2-1 contro il Brescia

Reggio Calabria. La Reggina torna a sorridere e lo fa in una giornata invernale in riva allo Stretto. Allo stadio Granillo gli amaranto guidati da Mimmo Toscano sono ritornati alla vittoria contro un Brescia dimezzato causa Covid-19.
Una partita non bella e giocata su un ritmo molto basso da parte di entrambe le compagini che, portate avanti anche dalla forza della disperazione, hanno tentato il tutto per tutto. Questa volta è stata la Reggina ad avere la meglio con Crisetig prima e Denis dopo. Una rete a testa che, soprattutto per il secondo, porta un significato importante. L’argentino non era riuscito ad andare a segno nelle precedenti partite, con due rigori sbagliati che avevano dannato il calciatore, supportato comunque dalla propria tifoseria.
Il Brescia guidato da Lopez ha tentato di ribaltare la situazione, trovando la rete con l’ex Ragusa su ingenuità di Bianchi in fase difensiva. Rondinelle sfortunate anche in occasione di una traversa colpita sul risultato ancora fisso sullo 0-0.
La Reggina vista in campo oggi, ancora dimezzata causa infortuni, ha riconquistato la fiducia della propria tifoseria, grazie anche alla grinta che capitan De Rose e Bellomo hanno trasmesso a tutta la squadra.
Tre punti importanti che hanno smosso la classifica dei calabresi, arrivati a 10 punti e pronti ad affrontare un altro club blasonato come il Chievo nella serata di venerdì.

Foto di Fortunato Serranò

Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità