Bergamo, ristoratore ucciso in casa: fermato il figlio 34enne

È stato arrestato il presunto assassino di Franco Colleoni, il ristoratore rinvenuto senza vita a Bergamo il 2 gennaio.

Le forze dell’ordine hanno fermato il figlio Francesco, 34enne, con l’accusa di omicidio. Secondo quanto ricostruito, l’uomo avrebbe avuto un acceso diverbio con il padre sulla riapertura del locale che entrambi gestivano a Dalmine. A quel punto il ragazzo avrebbe percosso violentemente il padre, scaraventandolo a terra e facendogli sbattere violentemente la testa contro una pietra.

L’indagato ha confessato la colluttazione con il padre, aggiungendo però di non ricordare nulla su quanto accaduto. Secondo le indagini, portate avanti dalle forze dell’ordine, tra i due non scorreva buon sangue già da diverso tempo.

Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità