La Challenge del soffocamento conta un’altra vittima, a Palermo perde la vita bambina di 10 anni

Dichiarata la morte cerebrale per una bambina di 10 anni nel Palermitano

Una sfida chiamata “Blackout Challenge” che ha spezzato la vita di una bambina di 10 anni. È accaduto a Palermo, dove qualche giorno fa una giovane è stata ricoverata nel Reparto di Rianimazione dell’Ospedale Di Cristina dove è giunta in condizioni disperate. Una Challenge che sta spopolando sui social tra i ragazzini, è stata questa la causa della morte della bambina. Nel cellulare, sequestrato dagli inquirenti, sono rimasti immortalati gli ultimi istanti ripresi dalla bambina, una cintura dell’accappatoio stretta intorno alla gola, una prova di soffocamento estremo. La piccola è stata ritrovata senza vita dai genitori, il suo cuore si è fermato per asfissia prima di ricominciare a battere con le manovre realizzate in ospedale, ma ormai era troppo tardi. Sul caso è stato aperto un fascicolo dalla Procura, mentre i genitori della bambina hanno firmato i documenti per la donazione degli organi della figlia.

Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità