Palermo, il corpo di Roberta rinvenuto carbonizzato in un burrone, il fidanzato confessa l’omicidio

L’ennesimo femminicidio che in queste ore ha scosso l’Italia intera, da Nord a Sud. Il corpo della giovane Roberta Siragusa, scomparsa da qualche tempo,  è stato rinvenuto in un burrone a Palermo. I resti del corpo sono stati rinvenuti in condizioni disumane. La giovane è stata carbonizzata dal proprio fidanzato che, nella mattinata di domenica, è giunto in caserma insieme ai genitori e all’avvocato difensore, confessando il delitto.
Il Sindaco: “Sono stato a casa della ragazza trovata stamattina nel dirupo. Ho parlato con i genitori, sono distrutti. Oggi per Caccamo è un giorno tristissimo”. Lo dice il primo cittadino di Caccamo, Nicasio Di Cola, annunciando la proclamazione del lutto cittadino. “Conosco entrambe le famiglie. Sono tutte e due dedite al lavoro e i genitori hanno sacrificato tutta la loro vita per far crescere in modo onesto e leale i loro figli. Non si capisce come si possa essere scatenata – prosegue – questa inspiegabile e assurda tragedia. Roberta Siragusa non sarà dimenticata e il 24 gennaio resterà per sempre una data tristissima per il nostro Comune”.

Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità