Pareggio amaro delle Vespe a Foggia

Ancora una volta Juve Stabia sprecona, si fa raggiungere nel finale dalle Vespe

di Antonio di Capua. Pareggio amaro per la Juve Stabia che non è riuscita nell’impresa di espugnare il Pino Zaccheria di Foggia nella gara valida come posticipo della 18esima giornata di Campionato di Serie C del Girone C. Gli uomini di mister Padalino hanno dato una grandissima prova dominando in quasi tutti e 90 minuti di gioco. Tante le occasioni ma manca concretezza sotto porta. Questo problema però continua a portare via punti.
Clamorose le occasioni di Romero e Mastalli (tra l’altro nella stessa azione) nei primi 20 minuti di gioco. Il Foggia per oltre 70 minuti non ha destato preoccupazione alla difesa gialloblù e questo è indubbiamente merito di una squadra, la Juve Stabia, ben piazzata in campo.
Il vantaggio di Berardocco su rigore (dubbia la trattenuta su Romero) è stato più che meritato per ciò che si è visto in campo. Ma in un campionato come quello di C, le occasioni non sfruttate le paghi a caro prezzo. Perché se il Foggia per gran parte del match non ha prodotto nulla, è bastata una palla spazzata male da Troest per rimettere la gara in parità.

Foggia 1 – Juve Stabia 1
2’ Berardocco (Rig) (J), 87’ Dell’Agnello (F)

Foggia: Fumagalli, Anelli, Gavazzi, Germinio, Del Prete (8’ Di Masi), Rocca, Salvi (83′ Garofalo), Vitale (70’ Balde), Di Jenno, Curcio (83’ Morrone), D’Andrea (83’ Dell’Agnello).
A disposizione: Vitali, Galeotafiore, Raggio Garibaldi, Agostinone, Lucarelli, Pompa, Cardamone, Allenatore: Marchionni.

Juve Stabia: Tomei, Garattoni, Troest, Allievi, Rizzo, Berardocco, Vallocchia (83’ Codromaz), Mastalli (53’ Scaccabarozzi), Fantacci (76’ Golfo), Orlando (83’ Ripa), Romero.
A disposizione: Lazzari, Russo, Guarracino, Oliva.
Allenatore: Padalino.

Arbitro: Andrea Colombo della sezione AIA di Como.
Ammonizioni:  27’ Vallocchia (J), 77’ Garattoni (J), 94’ Berardocco (J).
Espulsioni: –

Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità