Pareggio amaro delle Vespe a Foggia

Ancora una volta sprecona, si fa raggiungere nel finale dalle Vespe

di Antonio di Capua. Pareggio amaro per la Juve Stabia che non è riuscita nell’impresa di espugnare il Pino Zaccheria di Foggia nella gara valida come posticipo della 18esima giornata di Campionato di del Girone C. Gli uomini di mister Padalino hanno dato una grandissima prova dominando in quasi tutti e 90 minuti di gioco. Tante le occasioni ma manca concretezza sotto porta. Questo problema però continua a portare via punti.
Clamorose le occasioni di Romero e Mastalli (tra l’altro nella stessa azione) nei primi 20 minuti di gioco. Il Foggia per oltre 70 minuti non ha destato preoccupazione alla difesa gialloblù e questo è indubbiamente merito di una squadra, la Juve Stabia, ben piazzata in campo.
Il vantaggio di Berardocco su rigore (dubbia la trattenuta su Romero) è stato più che meritato per ciò che si è visto in campo. Ma in un campionato come quello di C, le occasioni non sfruttate le paghi a caro prezzo. Perché se il Foggia per gran parte del match non ha prodotto nulla, è bastata una palla spazzata male da Troest per rimettere la gara in parità.

Foggia 1 – Juve Stabia 1
2’ Berardocco (Rig) (J), 87’ Dell’Agnello (F)

Foggia: Fumagalli, Anelli, Gavazzi, Germinio, Del Prete (8’ Di Masi), Rocca, Salvi (83′ Garofalo), Vitale (70’ Balde), Di Jenno, Curcio (83’ Morrone), D’Andrea (83’ Dell’Agnello).
A disposizione: Vitali, Galeotafiore, Raggio Garibaldi, Agostinone, Lucarelli, Pompa, Cardamone, Allenatore: Marchionni.

Juve Stabia: Tomei, Garattoni, Troest, Allievi, Rizzo, Berardocco, Vallocchia (83’ Codromaz), Mastalli (53’ Scaccabarozzi), Fantacci (76’ Golfo), Orlando (83’ Ripa), Romero.
A disposizione: Lazzari, Russo, Guarracino, Oliva.
Allenatore: Padalino.

Arbitro: Andrea Colombo della sezione AIA di Como.
Ammonizioni:  27’ Vallocchia (J), 77’ Garattoni (J), 94’ Berardocco (J).
Espulsioni: –

Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità