Foto di Fortunato Serrano'

Reggina, Baroni: “Duro allenamento e voglia di lavorare e su Iemmello e Rivas…”

Le parole di Marco Baroni intervenuto ai microfoni di Reggina Tv

SUL LECCE

“Inutile continuare a parlare delle occasioni perdute, il risultato lo sappiamo tutti e c’è amarezza. Pian piano ne verremo fuori da questa situazione. Sabato abbiamo avuto diverse palle gol importanti, sono quelle situazione su cui dobbiamo lavorare intensamente. Con l’uomo in piu’ ci siamo complicati la vita, con una squadra chiusa come il Lecce siamo rimasti in difficoltà nonostante il nostro uomo in piu’. Sono le partite peggiori quando succede questo. La mia attenzione è rivolta esclusivamente al duro lavoro in questo momento. La squadra ha tenuto un’intensità alta, non mi piace parlare molto di ciò che è stato, in settimana abbiamo la possibilità di lavorare sia a livello fisico che tattico. Dal mio arrivo abbiamo fatto 5 partite in 20 giorni, il tempo era limitato. Adesso abbiamo del tempo in piu’ per lavorare. Mi dispiace anche guardare i numeri perchè alle volte sono positivi ed alle volte negativi. Noi abbiamo fatto delle sconfitte dove la squadra ha subito 4 tiri in porta in due gare nel totale. Ménez ha calciato tantissimi rigori, tra lui è Denis c’è stato del dialogo in occasione del rigore da calciare”.

SUI SINGOLI

“Io credo che Rivas in quella zona del campo renda meglio, il Lecce è andato in difficoltà proprio perchè non ha fatto la partita che avrebbe voluto fare. Questo è merito nostro. A Rigoberto manca un po’ di lucidità sotto porta, è una componente che si costruisce con l’allenamento e col tempo. Stavropoulos sta crescendo molto, dopo la squalifica sta lavorando sodo. Loiacono e Cionek stanno facendo bene, sia per l’esperienza che per la voglia che hanno di dimostrare in campo il proprio valore. Nessuno mette in discussione Ménez, io sono arrivato qui che era infortunato, nell’ultima l’ho inserito a partita in corso. Io cerco sempre di prendere il massimo dai calciatori che ho a disposizione. Charpentier è un giocatore che avevo già seguito, un giovane che a me piace tantissimo, purtroppo è stato fermo per molto tempo, tra Covid e infortuni è rimasto fuori troppo. Lui si ripresentava dopo lunghi periodi di inattività ed ha avuto un altro infortunio abbastanza importante. Sono davvero molto dispiaciuto, perdo due risorse importanti per le prossime gare. Il ruolo di Del Prato che sto adattando per me sta dando maggiore valore al ragazzo piuttosto che in un’altra posizione. È chiaro che nel cambio di sistema di gioco, Rolando è stato penalizzato rispetto ad altri”.

SUL CALCIOMERCATO

“La sessione di mercato di metà anno è sempre difficile, ci tengo a dire che chi andrà via lo farà per è un fattore dovuto al cambio di gioco, c’è grande disponibilità da parte della proprietà e del direttore che stanno facendo il possibile per accontentare le mie richieste. Lakicevic ha fatto il primo allenamento oggi, è un ragazzo interessante che ha le caratteristiche utili al modulo. Dobbiamo cercare di velocizzare la sua forma fisica a già si sta allenando con noi. Non ho avuto contatti con Iemmello, lo conosco e credo che possa cambiare casacca. Ci sono diverse società su di lui che cercano proprio le caratteristiche del calciatore…”. 

Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità