USA, dopo 70 anni arriva il via libera per l’esecuzione di una donna

La Corte d’Appello americana ha sentenziato l’esecuzione di una donna, Lisa Montgomery.

Si tratta della prima detenuta di un carcere federale ad essere giustiziata dopo 70 anni, l’ultima donna ad essere morta in una camera a gas è stata Bonnie Heady nel 1953.

La Montgomery è stata condannata per un crimine commesso nel 2004, quando in Kansas entrò in casa di una vicina, Bobbie Jo Stinnett, fingendo di voler adottare un cucciolo di cane quando invece strangolò la donna incinta, tagliandole in seguito il ventre con un coltello ed estraendo il feto ancora vivo, con l’obiettivo di far credere a tutti che fosse sua figlia.

È emerso che la donna ha passato una vita tormentata, abusata dal patrigno e minacciata con una pistola dalla madre. Due matrimoni finiti male, con diversi abusi subiti e quattro figli prima di aver subito una sterilizzazione.

L’ della 52enne è stata fissata il 12 gennaio.

Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità