Denise Pipitone, 17 anni dopo si accende un barlume di speranza: una giovane donna russa identica alla madre Piera Maggio

Riaccese le speranze per Piera Maggio che dal 2004 non smette di cercare la figlia Denise scomparsa misteriosamente

Era il 2004 quando la piccola Denise Pipitone veniva rapita in circostanze misteriose da Mazara del Vallo. La madre, Piera Maggio, da quel giorno non si è piu’ rassegnata, cercando la figlia in ogni parte del mondo. Nell’ultima settimana, diciassette anni dopo, un barlume di speranza sembrerebbe essersi acceso. Una giovane ragazza russa, Olesya Rostova, ha contattato la redazione di “Lasciali Parlare”, un programma televisivo russo per cercare la sua famiglia. La ragazza ha raccontato di essere stata rapita da piccola e portata in un campo rom dove ha vissuto prima di essere trasferita in un orfanotrofio dove le è stata data una nuova identità. Piera Maggio, tramite il proprio profilo ufficiale, ha comunicato che ancora la strada è lunga e solo il test del DNA potrà confermare il reale collegamento tra le due ragazze. Le foto, intanto, mostrano una somiglianza tre le due giovani donne.