Precipita nella foresta Amazzonica, ritrovato vivo dopo 36 giorni


Ha dell’incredibile quanto accaduto ad un pilota 36enne, sopravvissuto per 36 giorni nel cuore della foresta Amazzonica

Antonio Sena il 28 gennaio è precipitato nel cuore della Foresta Amazzonica con un velivolo che, subito dopo lo schianto, è esploso. L’uomo è uscito vivo dallo schianto, portandosi dietro solo qualche accendino, una torcia e un coltellino tascabile. Avventuratosi nel cuore della foresta dopo qualche giorno rimasto vicino ai rottami, Antonio ha scelto di affrontare il suo destino, rischiando l’incontro con giaguari e vari animali che popolano la foresta. Dopo 36 giorni il rumore di un mezzo elettrico gli ha permesso di riscoprire la civiltà: un gruppo di collezionisti di noci brasiliane ha infatti trovato Antonio, deperito di 25 chili in oltre un mese. Una storia a lieto fine degna di un film che ha visto protagonista un uomo in carne ed ossa.

Total
2
Shares
Previous Article

Covid-19, Londra conta zero vittime: il vaccino somministrato a 30 milioni di britannici

Next Article

Teramo, comunicano ai parenti il decesso ma lei è ricoverata: funerali annullati

Related Posts