Rigopiano, portò i fiori nella tomba del figlio: assolto il padre di una delle vittime

Era finito a processo per aver portato dei fiori al figlio 28enne morto nella tragedia del Rigopiano. Ieri, Alessio Feniello, è stato assolto. Sentito dal Corriere della Sera, l’uomo ha dichiarato: “Quel giorno ci recammo con mia moglie Maria nel posto in cui avvenne la tragedia. C’erano i Carabinieri che non volevano farci passare così mia moglie gli disse: “Ho già perso mio figlio, sono già morta. Avete la pistola, se volete spararmi, sparatemi pure”. Così uno di loro ci accompagnò. La Procura mi notificò una multa di 4.400 euro. Mai avrei pagato un centesimo. Volevano per me tre mesi di carcere e 100 euro di multa per aver portato un vaso di fiori sulla tomba di mio figlio. Il giudice ha avuto delicatezza. Ho perso Stefano, posso temere un ricorso?“.