Come muoversi quando si cerca casa in affitto a Roma

Non sono pochi i fuori sede che ogni anno scelgono di lasciare il proprio nido per iniziare una nuova vita a Roma e, certamente, non c’è da dar loro torto.

Roma è una città unica, con un grande patrimonio storico, culturale e archeologico e regala a chiunque la visiti una magia senza eguali.

Decidere di andarci a vivere, però, suona un tantino diverso dal semplice viaggio di piacere.

Proprio perché bisognerà fare i conti con i suoi lati luminosi e più oscuri, è bene prepararsi bene prima di compiere il grande passo, per sapere a cosa si va incontro.

Se si guarda solo alle sue bellezze e non ai potenziali disagi che può provocare in chi la vive quotidianamente, Roma può essere anche causa di stress e delusione.

Il traffico, le grandi distanze, i servizi di trasporto spesso inefficienti, il grande afflusso di gente che si reca nella Capitale per le ragioni più disparate, come anche i servizi dislocati nei vari quartieri e i costi della vita possono rappresentare un ostacolo, a lungo andare.

Nulla che non sia superabile, tenendo presente alcuni aspetti e valutandone bene altri, prima di partire.

In primo luogo bisogna considerare che Roma è una città dalle mille sfaccettature, molto estesa e composta da diversi quartieri, ognuno con le sue peculiarità.

Nella fase di ricerca di un appartamento da prendere in affitto, quindi, è importante considerare tutto ciò che ogni zona può offrire e valutare le soluzioni migliori per le proprie esigenze.

Per evitare poi il problema delle distanze e dei lunghi tempi di spostamento tra una zona e l’altra, è consigliabile scegliere la propria sistemazione nello stesso quartiere in cui ci si reca a lavorare.

Anche se può apparire limitante sotto certi aspetti, d’altro canto risparmiare i lunghi tempi del tragitto può senz’altro giovare nel lungo periodo.

Altro fattore da non trascurare è il costo della vita nei singoli quartieri. E questo vale sia per i canoni d’affitto che per le spese generali.

Le zone più esclusive saranno infatti anche quelle più care, a differenza dei quartieri più popolari e alla portata di un maggior numero di tasche.

Dove conviene andare a vivere, quindi, in una città così grande come Roma?

Non esiste una risposta valida per tutti, ma esistono strumenti molto validi che consentono a chiunque di trovare il miglior compromesso in base alle proprie necessità.

Piattaforme online come Zappyrent, sono senz’altro il modo più pratico, conveniente e sicuro per cercare casa in affitto a Roma da privati.

Attraverso il portale Zappyrent, infatti, si possono mettere a confronto tutte le proposte pubblicate dai proprietari di casa,a Roma, sulla base di specifici parametri, tra cui proprio budget, zona, formula abitativa.

In questo modo non sarà difficile notare come i prezzi più alti siano proprio in prossimità del centro storico, dove un appartamento può arrivare a costare anche 1.300 Euro al mese.

Non è molto diversa la situazione in zona Parioli o Trastevere, comunque esclusive e limitrofe alla zona storica.

Qui si toccano costi intorno al 1.000 Euro al mese.

C’è da dire, in più, che proprio a Trastevere è piuttosto difficile individuare formule abitative di grandi dimensioni o che superino il monolocale.

Ben più abbordabili e con un ottimo rapporto qualità-costo della vita, sono, invece, le zone di San Lorenzo, Re di Roma, Pigneto, Testaccio, dove si parte da cifre considerevolmente più basse, sui 600 Euro al mese.

Tutto quello che bisogna fare, quindi, è scegliere i quartieri più in linea con le proprie tasche e necessità e in base a questo consultare i singoli annunci, leggendo le descrizioni approfondite e passando in rassegna le gallerie immagini molto dettagliate.

Compiuta la scelta, tutta la procedura di prenotazione e chiusura del contratto avviene sempre online, con il supporto di un servizio clienti che non abbandona i suoi utenti per tutta la durata del periodo di permanenza nell’immobile scelto.

Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità