Procida prima isola Covid free, nel prossimo weekend toccherà a Capri. Prosegue a ritmi serrati la campagna vaccinale

Nella giornata di ieri oltre 50mila le dosi somministrate

Tra Capri e Anacapri, da domenica scorsa, fra chi si era registrato sulla piattaforma vaccinale, circa 8.600 cittadini, circa il 70% è già stato vaccinato almeno con la prima dose. L’Asl Napoli 1 Centro, da cui dipende il servizio sanitario isolano, ha allestito due hub, al palazzetto dello sport di Capri e al Centro Paradiso di Anacapri. L’ordinanza firmata dal presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, lo scorso 23 aprile, aveva aperto di fatto la possibilità per le isole del golfo di Napoli di essere Covid free con somministrazioni di massa prima della scelta del commissario Francesco Paolo Figliuolo. E se Capri con i suoi 2 comuni isolani sarà dichiarata tale presumibilmente questo fine settimana, Ischia, dove pure si è iniziato a iniettare dosi prima secondo fasce di età e poi ai fragili e infine aprendo alle categorie a rischio per le attività svolte, con i suoi 7000 abitanti in sei comuni, lo sarà entro fine mese. A Ischia, come a Procida, sono stati sanitarie dell’Asl Napoli 2 Nord, azienda competente su 32 comuni, a provvedere ai vaccini. I centri vaccinali dell’isola verde amata soprattutto da tedeschi e inglesi sono due, nel Palasport del comune omonimo e nel palazzetto dello Sport a Forio. Il sindaco di Ischia, Enzo Ferrandino ha lanciato anche a mezzo stampa un appello ai suoi concittadini: «Abbandoniamo ogni remora e ogni dubbio. Prenotiamoci. L’unico modo di uscire dal tunnel Covid è vaccinarsi e lo dobbiamo fare senza indugio». Il primo cittadino di Serrara Fontana, Rosario Caruso, ha scelto invece Facebook per sottolineare come questo sia il modo di «tornare alla normalità. La stagione turistica è alle porte. Chi prenota la propria vacanza preferirà un’isola dove la situazione è sotto controllo». Il ritmo di somministrazioni è intorno alle 1.800 al giorno, con l’obiettivo di completare tutto in 20 giorni Procida già il 3 maggio scorso, dopo 5 giorni di campagna, aveva vaccinato il 90% della sua popolazione. In totale sono state vaccinate 6000 persone su una platea di vaccinabili pari a 7.500 persone.

La Campania punta ora a replicare il risultato in altre aree ad alta vocazione turistica della regione, e cioè la costa di Amalfi e quella di Sorrento, nonché il Cilento.

LEGGI ANCHE:
Procida è la prima isola “Covid free” di Italia: terminata la campagna vaccinale

Verso il milione e mezzo di dosi somministrate

In Campania sono 1.405.189 i vaccinati con la prima dose. Lo comunica l’Unità di crisi della Regione Campania. Di questi 538.159 hanno ricevuto con la seconda dose. Il totale delle somministrazioni ammonta a 1.943.348. I dati sono aggiornati alle 12 di oggi. Gli operatori sanitari vaccinati sono al 99,26% (185.306); personale non sanitario è al 98,50% (36.053); gli over 80 al 100% (363.808); gli over 80 non deambulanti al 69,46% (51.674); gli ospiti delle Rsa al 97,63% (15.691); i fragili sono al 78,29% (433.420); personale scuola e università all’89,91% (154.512); le forze dell’ordine invece all’86,35% (34.873). La categoria anni 70-79 è al 81,60% (403.795); conviventi-caregiver al 43,49% (70.751); il personale esterno alle strutture sanitarie sono al 98,43% (116.626)

I DATI DEL CONTAGIO. In Campania sono 1.503 i positivi del giorno, di cui 1.059 asintomatici e 444 sintomatici. I tamponi molecolari eseguiti sono 21.100 e quelli antigenici 7.014. E’ quanto risulta dal bollettino dell’Unita’ di crisi della Regione, secondo cui sono 26 le persone decedute: 22 nelle ultime 48 ore e 4 in precedenza ma registrati ieri. Il totale dei deceduti sale cosi’ a 6.548. Mentre i guariti sono 2.182, per un totale di 306.455 persone guarite. Report posti letto su base regionale: Posti letto di terapia intensiva disponibili 656; Posti letto di terapia intensiva occupati 123; Posti letto di degenza disponibili 3.160; Posti letto di degenza occupati 1.433.