In corso il G20, Napoli blindata. Scoppiano le prime proteste. Bloccata l’autostrada

Questa mattina blocco dell’autostrada, atteso nel pomeriggio un corteo che arriverà a Piazza Trieste e Trento, cuore della zona rossa

Napoli. Cresce la tensione a Napoli dove è in corso il G20 dedicato al Clima ed Ambiente. Blindato Palazzo Reale e l’intera area circostante con un vasto dispiegamento di forze dell’ordine. All’apertura dei lavori il ministro dell’Ambiente Italiano, accogliendo i vari delegati, ha parlato della necessità di «un’azione globale coraggiosa, congiunta ed immediata per affrontare il tema dei cambiamenti climatici. I tragici eventi meteorologici a cui abbiamo assistito negli ultimi mesi e persino giorni dimostrano che il nostro sistema climatico sta subendo gravi disagi».

Proprio su Cingolani si sono concentrate le proteste che questa mattina hanno interessato lo svincolo autostradale di Napoli Est e le raffinerie. « La biografia del ministro Cingolani, una carriera nell’industria degli armamenti, è – affermano i manifestanti – una perfetta fotografia dell’ipocrisia di questo consesso. E’ urgente mettere in discussione questo modello di sviluppo per non lasciare alle nuove generazioni un mondo sempre più tossico e invivibile come ci dicono i disastri climatici che si riproducono in questi giorni e l’emergere di nuove pandemie legate proprio alla distruzione degli ecosistemi. Giustizia ambientale e giustizia sociale sono due lati della stessa medaglia». Nel pomeriggio è invece attesa una manifestazione che partirà da piazza Dante e arriverà fino alla zona rossa. Ad organizzarla corteo dei movimenti ambientalisti dell’EcoSocialForum. Per tale ragione è stato intensificato il dispositivo di sicurezza all’esterno di Palazzo Reale. Resta interdetto oltre al traffico veicolare anche quello pedonale. Emilio D’Averio

Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità