Gabbiano ruba un panino e viene ucciso a Capri: scoppia la rissa in spiaggia

Rissa tra italiani e spagnoli

Uccide con una pietra un gabbiano perché aveva rubato un panino e su una spiaggia di Capri scatta la rissa. Ad avere la peggio, con ben 25 punti di sutura alle gambe, chi è intervenuto per cercare di calmare gli animi. E’ successo tutto ieri, su una spiaggia libera di Marina Grande. Un gabbiano si è lanciato in picchiata su un bagnante che stava facendo colazione e gli ha sottratto un panino. Uno dei familiari del giovane bagnante ha lanciato un sasso contro il volatile, uccidendolo.

La scena ha fatto andare su tutte le furie tre turisti di nazionalità spagnola che sono intervenuti in difesa dell’animale rimasto ucciso. E’ iniziata, così, la rissa nella quale è intervenuto, per sedare gli animi, anche un dipendente caprese della società di trasporti della funicolare. Ma nel parapiglia è stato colpito da un oggetto tagliente, probabilmente un manico di ombrellone, che gli ha provocato diverse ferite. E’ solo in seguito all’intervento della polizia e dei vigili urbani che la lite si è conclusa. La delegazione dell’isola di Capri dell’Unione Nazionale dei Consumatori, dopo quanto successo, ha scritto al Prefetto di Napoli chiedendo un presidio di sicurezza sulla spiaggia libera di Marina Grande.

Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità