Multa di 100 euro per over 50 non vaccinati

La sanzione sarà irrogata dall'Agenzia delle Entrate

Il decreto che introduce l’obbligo di vaccino per gli over 50 prevede, per tutti coloro (lavoratori e non) che non saranno in regola con l’obbligo vaccinale a partire dal primo febbraio 2022, una sanzione di 100 euro una tantum. E’ la novità prevista dal dispositivo approvato dal Consiglio dei Ministri per tentare di contrastare la diffusione della variante Omicron. L’obbligo scatterà a partire dal 15 febbraio e da questa data tutti i lavoratori con almeno 50 anni di età saranno tenuti a possedere e ad esibire il Green pass rafforzato per accesso al luogo di lavoro. Dunque entro il 31 gennaio chi non è ancora vaccinato dovrà effettuare la prima dose per ottenere il green pass rafforzato a partire dal 15 febbraio.

La sanzione da 100 euro per gli over 50 che violino l’obbligo vaccinale partirà dal 1 febbraio 2022. Lo precisano fonti di Palazzo Chigi. Per i lavoratori pubblici e privati e i liberi professionisti non vaccinati, soggetti all’obbligo di possedere un Green Pass rafforzato dal 15 febbraio 2022, è prevista inoltre una sanzione da 600 a 1.500 euro nel caso di accesso ai luoghi di lavoro in violazione dell’obbligo. Come già avviene per i lavoratori sprovvisti di Green Pass, anche i lavoratori ultra-cinquantenni che dal 15 febbraio 2022 saranno sprovvisti di Green Pass rafforzato al momento dell’accesso al luogo di lavoro saranno considerati assenti ingiustificati, senza conseguenze disciplinari e con diritto alla conservazione del rapporto di lavoro ma senza diritto alla retribuzione né altro compenso o emolumento, comunque denominati. Per le persone che accedono senza Green Pass ai servizi e alle attività in cui è obbligatorio averlo, è prevista una sanzione da 400 a 1.000 euro. La stessa sanzione si applica al soggetto tenuto a controllare il possesso del Green Pass se omette il controllo.