Si dimette il sindaco indagato di Torre Annunziata

Vincenzo Ascione rassegna le proprie dimissioni dalla carica di sindaco del comune di Torre Annunziata. La decisione è arrivata nella tarda mattinata di oggi. Il primo cittadino risulta coinvolto (ad altre undici persone tra insieme amministratori ed imprenditori, ex consiglieri regionali e presunti faccendieri) in un’inchiesta della Dda mafiosa, corruzione e traffico di influenza. Le dimissioni arrivano a distanza di 24 ore circa dopo la conferenza stampa tenuta ieri nella aveva quale invece annunciato di voler proseguire nel suo incarico.

“Nel atto prendere delle dimissioni di alcuni consiglieri comunali – afferma Ascione – e in particolare del presidente del Consiglio, Giuseppe Raiola, che mi ha seguito in questa avventura resistendo alle tante avversità che si sono presentati lungo il cammino, seppur consapevole di aver dichiarato di voler proseguire il mio mandato alla guida della città, con grande rammarico rassegno le mie dimissioni dalla carica di sindaco pro tempore del comune di Torre Annunziata”. Le dimissioni saranno efficaci tra venti giorni periodo nel quale il sindaco potrà anche ritirarle e continuare nell’esercizio delle sue funzioni.