Ercolano, tra radici e tradizioni

Dal 12 al 16 e il 21, 22 e 24 luglio spettacoli teatrali e concerti per valorizzare i siti storici e naturalistici di Ercolano

Sulla scia già tracciata lo scorso anno dal festival “Open” si muove una nuova rassegna: organizzata dal Comune di Ercolano con il contributo della Città Metropolitana di Napoli, “Ercolano tra radici e tradizioni” è in corso dal 12 luglio e proseguirà fino al 24 sotto la direzione artistica di Gigi Di Luca.

Esaltare il connubio tra radici e tradizione attraverso la sublimazione dell’arte, questa la mission del festival: sette differenti location tra siti naturalistici, storici e bellezze architettoniche investite, per l’occasione, di un ulteriore valore artistico-culturale.

Il programma in questione si snoda tra musica, teatro e percorsi naturalistici; in particolare, quattro sono i concerti in cartellone: quello di martedì scorso alla Basilica di S. Maria a Pugliano con Ambrogio Sparagna e l’orchestra di musica popolare italiana; lo spettacolo “Carosonamente” di Peppe Servillo & Solis String Quartet atteso per stasera al Parco Urbano del Miglio d’Oro; stessa location il 22 luglio per il repertorio jazzistico di Gegè Telesforo quintet mentre, a chiusura del festival, domenica 24, un itinerario sul Vesuvio si concluderà col live di Mimmo Maglionico & Pietrarsa.
Non mancano spettacoli teatrali e di Tableaux Vivent (quattro in totale): si è spaziato da “Il mio nome è Maria”, show in bilico tra musica e teatro con Caterina Pontrandolfo e Rodolfo Medina (ieri sera alla Chiesa di S. Maria di Loreto) fino a “Mamme” di Annibale Ruccello con Antonella Morea (il 21 luglio a Villa Ruggiero), passando per “La Conversione di un Cavallo, 23 Tableaux Vivants dall’opera di Michelangelo Merisi da Caravaggio” della Compagnia Ludovica Rambelli Teatro (mercoledì scorso alla Chiesa di S. Agostino) e per “Stanze d’Identità Teatrale”, spettacolo itinerante diretto da Gigi Di Luca, che si terrà domani 16 luglio alle ore 18,30 e 19,30 nel Parco sul mare a Villa Favorita.

“Il festival ci porterà alla scoperta delle radici e delle tradizioni di Ercolano. Saranno otto giorni ricchi di appuntamenti diversi tra loro. Spettacoli, concerti e rappresentazioni teatrali che richiamano le nostre tradizioni, e che si terranno in location d’eccezione – penso, ad esempio, alla Basilica di Pugliano, al Parco sul mare di Villa Favorita che rappresentano le nostre radici religiose e identitarie. Una ulteriore straordinaria occasione per visitare la nostra città e le sue bellezze. Vi aspettiamo numerosi”. Ciro Buonajuto, Sindaco del Comune di Ercolano.

“Otto appuntamenti per sette location differenti: ‘Ercolano tra radici e tradizioni’, in continuità con il precedente ‘Open’ con cui condivide la visione necessaria di un programma culturale diffuso nei luoghi della città. Grandi nomi e concerti che alternano generi musicali diversi: dal popolare alla canzone napoletana di Renato Carosone fino ad arrivare al jazz; e poi il teatro al femminile con un viaggio nell’animo umano e nelle storie di un Sud che è amore – amaro”. Gigi Di Luca, Direttore artistico.

Tutti gli spettacoli sono ad ingresso libero fino ad esaurimento posti.
Per info: 0817881375 – 3287232399