Viaggio a Brema, tra tradizione e modernità

Segui le favolose orme dei musicisti di Brema e immergiti nella calda atmosfera di Brema.

brema

Più di 200 anni fa, asino, cane, gatto e gallo si misero in viaggio insieme. Il loro obiettivo: la grande città sul Weser. E avevano ragione: Brema, il Bundesland più piccolo della Germania insieme a Bremerhaven, emana il fascino di una vivace metropoli.

Qui la tradizione incontra la modernità e la qualità della vita urbana incontra la cordialità della Germania settentrionale. In nessun altro luogo la storia, la cultura e l’arte di vivere intrattengono rapporti così buoni, spesso a partire da una semplice passeggiata.

Il polso della città batte tutto intorno alla storica Marktplatz, di sorprendente armonia, soprattutto se si ha la fortuna di scoprirla di notte, quando le luci cesellano i contorni del Municipio e della statua di Roland, questi due celebri monumenti, classificati Patrimonio dell’Unesco.

Circondato da edifici altrettanto ammirevoli, la Cattedrale di San Pietro, una chiesa luterana del XII secolo in stile gotico primitivo, la Chiesa di Nostra Signora, la più antica di Brema dell’XI secolo, il Palazzo del Parlamento… Rimarrai totalmente abbagliato da questo insieme architettonico impeccabile.  Di fronte alla Cattedrale, non manca di personalità, il nostro Rolando, quello di Ronceveaux, difensore del regno dei Franchi. Dal 1404 si erge orgogliosamente nella piazza. Forse un po’ severo! Con un’altezza di 5,5 metri, simboleggia le libertà tanto care agli abitanti di Brema. Una sorta di “Statua della Libertà” locale!

Proprio accanto, i musicisti della città di Brema ti invitano a scattare una foto ricordo. Questi sono i piccoli amici dei bambini, l’asinello, il cane, il gatto e il gallo, i protagonisti dell’omonimo racconto dei fratelli Grimm, I musicisti della città di Brema, le mascotte di Brema. Sono quasi più conosciuti della città storica! La Böttcherstraße, un gioiello architettonico ricco di sorprese, conduce alla passeggiata Schlachte. Pochi passi separano la passeggiata di Schlachte dal quartiere di Schnoor, il quartiere più antico della città.  Piccole stradine acciottolate fiancheggiate da graziose case colorate a graticcio con tetti a punta, un po’ troppo occupate da molti negozi e ristoranti per turisti.

Non appena si lascia il centro storico, la modernità è presente nei quartieri più nuovi  dove le aziende legate alle nuove tecnologie, scienze e astronautica fanno parte del Ventunesimo Secolo. Brema è il secondo porto tedesco (in tonnellaggio) dopo Amburgo, ma anche una città industriale con cantieri navali, automobilistici (Mercedes-Benz), aeronautica e la produzione industriale della birra con la famosa Pils lager, venduta nel mondo da Beck’s.

È una balena, una cozza o un pistacchio? L’aspetto dell’Universum Brema è polarizzante. L’interno del Science Center interattivo contiene più di 250 mostre sui temi della tecnologia, dell’uomo e della natura. Brema delizia gli esploratori, giovani e meno giovani, con la sua diversità. In botanica , nel parco circostante fiorisce la seconda collezione di rododendri più grande del mondo.
All’Overseas Museum si va alla scoperta di continenti lontani e l’ Airbus Visitor Center presso l’aeroporto della città offre a tutti gli appassionati di aviazione una visione affascinante della vastità dell’universo. Gli amanti del brivido troveranno quello che stanno cercando nel Percorso fuoristrada “The Rock” nei pressi della seconda fabbrica Mercedes più grande del mondo.

a cura di Liliana Carla Bettini di
Time Travel Dream

Foto di Nicole Pankalla da Pixabay